Home Politica Politica Genova

A Genova comanda la Curia: vietato l’ingresso a Regione Liguria nel centro migranti

41
CONDIVIDI
Matteo Rosso, vietato l'ingresso al nuovo centro migranti di Multedo

GENOVA. 29 SET. Business immigrati di onlus e coop. “Se necessario” domani a Multedo arriverà Matteo Salvini. Intanto, nel nuovo centro di accoglienza oggi è stato vietato l’ingresso al presidente della Commissione regionale Sanità Matteo Rosso (FdI).

Cancello sbarrato per il rappresentante di Regione Liguria, che stamane si è recato in via delle Ripe per fare un sopralluogo nell’ex asilo Govone, accompagnato dal capogruppo comunale di Fratelli d’Italia Alberto Campanella, dal consigliere comunale Valeriano Vacalebre e dal coordinatore metropolitano del partito Ubaldo Borchi.

All’inizio della prossima settimana è previsto l’arrivo di 50 migranti, osteggiato dalla cittadinanza: “Tutti giovani uomini, stipati in un edificio che sorge in una strada senza sbocco veicolare e male illuminata. La scelta imposta alla cittadinanza dalla Prefettura in collaborazione con la Curia, che non ci aveva avvertito, appare una follia”.


“Scriverò immediatamente ai responsabili dell’Asl – ha dichiarato Rosso – perché intervengano e facciano subito tutti i necessari controlli. Non è questione solo di sicurezza, ma anche di legalità e di rispetto delle norme sanitarie. Inoltre, è una vergogna che una struttura del genere, come altre, non venga destinata agli italiani in difficoltà. Ci sono nostri concittadini che vivono in auto o sotto i ponti. Per loro poche attenzioni e nessun aiuto. Non è giusto”.

Eppure stamane all’interno della struttura gestita dalla Curia genovese, erano presenti alcune persone. Matteo Rosso ha suonato più volte il campanello e chiesto di entrare, da solo, per una breve verifica dei locali, ma il “niet” calato dall’alto ha costretto il consigliere regionale a battere in ritirata.

Il diniego della Curia non appare motivato da eventuali timori di invasioni e violente proteste dei residenti, visto e considerato che stamane decine di residenti hanno solo pacificamente accompagnato Matteo Rosso all’ingresso e durante il sopralluogo erano presenti alcuni agenti della Digos (lasciati fuori dal centro migranti anche loro).

Il cancello, però, ha continuato a rimanere chiuso. Nulla da fare. Altro che trasparenza, integrazione, libertà, diritti, democrazia partecipata e rispetto delle istituzioni. A Genova comanda la Curia. Stop.

 

41 COMMENTI

    • Alberto guarda che la politica italiana e tutto il resto la manovra il Vaticano. Le massonerie sono gestite da loro e non si muove foglia se non lo decidono i cardinali in conclave. Guarda lo ius soli. A roma stanno muovendo le loro pedine che hanno al governo tipo il ministro del rio e altri per farlo approvare a dispetto degli italiani. Non ci sono riusciti perche”” ci sono le elezioni altrimenti era cosa fatta. Coi migranti poi non ne parliamo.

  1. Buon giorno amici.
    Riflettevo su come 50 uomini di stazza e dimensione adulta,possano lavarsi e fare i bisogni in una struttura che è nata per ospitare bambini di un asilo.
    Pensate quanta igiene…

  2. se la regione liguria era amministrata dalla sinistra li facevano entrare subito !!! non date più l’otto per mille alla chiesa e chissà forse torneranno a fare di nuovo i preti !!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here