A due giorni dai ballottaggi Salvatore (M5S) attacca Rixi (Lega)

1
CONDIVIDI
La consigliera regionale M5S Alice Salvatore
La consigliera regionale M5S Alice Salvatore attacca l'assessore e segretario della Lega Nord Liguria Edoardo Rixi. Altro che dare la mano tesa da Matteo Salvini
La consigliera regionale M5S Alice Salvatore attacca l’assessore e segretario della Lega Nord Liguria Edoardo Rixi. Altro che dare la mano tesa da Matteo Salvini

GENOVA. 17 GIU. “Uno dei porti più importanti del Mediterraneo, con un indotto di 9,5 miliardi di euro, da oltre un anno in balia di un commissariamento. A che punto è la nomina del Presidente dell’Autorità Portuale di Genova? Lo abbiamo chiesto oggi con un’interrogazione in consiglio regionale, ricevendo in cambio un silenzio assordante da parte della giunta Toti”.

Lo ha dichiarato stamane la consigliera regionale pentastellata Alice Salvatore, che a due giorni dal ballottaggio di Savona, dove il M5S è escluso e corrono gli schieramenti del Pd e di FI-Lega, ha attaccato il segretario del Carroccio ligure Edoardo Rixi. Altro che dare la mano tesa da Matteo Salvini.

“L’assessore “desaparecido” Rixi non solo non si è presentato in aula – ha aggiunto Salvatore – ma si è guardato bene anche dal delegare un altro membro della Giunta a rispondere in sua vece, impedendo così ai cittadini di conoscere la posizione della Regione su un tema cruciale per il futuro economico di Genova, del territorio ligure e italiano tutto.

 

Un silenzio che dura ormai da settembre, quando la maggioranza (Lega in testa) ha votato a favore della nostra mozione con cui chiedevamo alla Giunta l’impegno a rivedere in Conferenza Stato-Regioni la sciagurata e iper-centralistica riforma Delrio per restituire autonomia ai territori in fatto di portualità.

Da allora sono passati 10 mesi senza che Rixi e Toti prendessero una posizione. Tutto ciò è avvilente e misterioso perché la riforma non è ancora vigente. Il territorio ha ancora tempo (ormai poco) per far sentire la sua voce e nominare un Presidente dell’Autorità Portuale, secondo un principio di autonomia territoriale che la Regione, così come il Governo, se rispettasse la Costituzione, ha il dovere di tutelare.

Stupisce allora l’assenza di Rixi, questa interrogazione doveva essere un assist da parte nostra, indigna ora la sua totale inerzia. Genova rischia di pagarla a caro prezzo.

 

Caro assessore, se ci sei batti un colpo. E in fretta. Il Porto di Genova non può permettersi di perdere altro tempo”.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO