70enne con intenti suicidi, salvato da carabinieri e capitaneria

3
CONDIVIDI
70enne con intenti suicidi, salvato da carabinieri e capitaneria
70enne con intenti suicidi, salvato da carabinieri e capitaneria
70enne con intenti suicidi, salvato da carabinieri e capitaneria

GENOVA. 17 AGO. Ieri si è sfiorata la tragedia a Portofino quando un torinese 70enne, ex pallanuotista, ha preso la decisione di farla finita ed è uscito in mare a Portofino in canoa portando con sè una pistola, alcuni pesi e una catena: l’idea era quella di legarsi e sparire sott’acqua dopo essersi sparato in testa, non sopportava l’idea di invecchiare.

L’insano gesto è stato segnalato dall’ex moglie di Torino che ha avvertito i carabinieri che a loro volta hanno allertato la capitaneria di porto di Santa Margherita.

L’uomo è stato trovato grazie al telefono cellulare dai carabinieri ed è stato individuato dalla capitaneria di porto, che aveva attivato le ricerche anche con un elicottero, intorno alle 17.

 

Si trovava sullo su uno scoglio di Porto Pidocchio, tra Camogli e San Fruttuoso di Camogli. Aveva con sé l’arma e i pesi con cui voleva farla finita.

Fermato, è stato portato in ospedale per un Tso.

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO