61enne romena faceva prostituire figlia e sorella, sgominata banda

0
CONDIVIDI
Ordinanza anti prostituzione a Chiavari, ma solo per la stagione estiva
La squadra mobile sgomina banda con a capo una romena 61enne dedita allo sfruttamento della prostituzione
La Squadra mobile di Genova ha sgominato una banda con a capo una romena 61enne, dedita allo sfruttamento della prostituzione

GENOVA. 11 FEB. Stamane all’alba è scattata l’operazione degli invesigatori della Squadra Mobile di Genova, che ha sgominato una banda criminale dedita al reclutamento, induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione su strada di giovani romene.

Sono stati arrestati, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emesso dal gip del Tribunale di Genova, quattro romeni, perlopiù componenti di unico gruppo familiare che, con l’inganno ed approfittando anche dello stato di indigenza di giovani donne connazionali e delle loro famiglie di origine, le hanno indotte a prostituirsi.

A capo dell’associazione per delinquere vi era una sessantunenne romena, da tempo residente nel capoluogo ligure, che ha indotto alla prostituzione anche la figlia e la sorella.

 

Nel corso dell’indagine è emerso anche che la maitresse e sfruttatrice romena, usava i soldi guadagnati dalle vittime per giocarseli al Bingo. Mediamente, perdeva fino a tremila euro a sera.

 

LASCIA UN COMMENTO