60enne travolto sulla A12, guidatore positivo all’alcol test

0
CONDIVIDI
Pontedassio, auto si schianta contro guardrail, tre feriti

GENOVA. 19 OTT. Emergono nuovi particolari in merito al tragico investimento di ieri sulla A12 in un cantiere dell’autostrada A12, tra Sestri Levante e Diano Marina che ha visto la morte di un operaio edile che lavorava in strada.

L’auto, una Polo che procede in direzione La Spezia, non imbocca la deviazione del cantiere.

Nel cantiere ci sono torce, cartelli e un operaio, ma l’uomo alla guida non li vede e li travolge. A patirne le conseguenze il custode del cantiere, un 60enne di Massa, che stava segnalando alle auto lo scambio di carreggiata.

 

Il suo corpo viene sbalzato a 40 metri di distanza e muore dopo pochi minuti malgrado l’intervento del 118.

Il guidatore dell’auto si rende conto dei fatti e, colpito da malore viene portato all’ospedale di Lavagna in stato di shock.

Viene sottoposto all’alcol test ed il responso è positivo. L’uomo è anche privo di patente che gli era stata revocata in quanto sorpreso alla guida in stato di ebbrezza.

B.C. 39 anni, originario di Altamura e residente a Mattarana, viene arrestato per omicidio stradale. Agli inquirenti dice che aveva bevuto perché diventato padre di due gemelli.

Ora l’uomo dovrà rispondere di omicidio stradale: in base alla legge recentemente entrata in vigore, rischia fino a 18 anni di carcere.

LASCIA UN COMMENTO