Home Politica Politica La Spezia

5Terre, treni sicuri come Strade Sicure: dalla Regione ok a pattuglie miste

1
CONDIVIDI
Strade Sicure funziona

GENOVA. 6 MAG. Treni Sicuri come Strade Sicure e vacanze tranquille. Il Consiglio regionale della Liguria ieri ha approvato, a maggioranza, un ordine del giorno della leghista Stefania Pucciarelli sull’impiego di militari, congiuntamente agli agenti della Polfer ed alle altre Forze dell’Ordine, per le stazioni dello spezzino e i treni regionali “Cinque Terre Express”.

“Solo alcuni giorni fa – spiega Pucciarelli – una cinquantina di vandali e teppisti, in prevalenza giovani nordafricani, hanno fatto trascorrere un ritorno da incubo per i vacanzieri di Pasqua che dalla Riviera di Ponente rientravano a Torino utilizzando il treno.

I treni regionali ‘Cinque Terre Express’ sono altrettanto soggetti a numerosi episodi di criminalità e di preoccupanti fenomeni di degrado. Nel Levante, alcuni mesi fa, si è anche registrata un’aggressione ad un capotreno, durante il normale turno di lavoro.


Oltre a tali ed altri episodi di violenza, non è da sottovalutare il fatto che il terrorismo islamico internazionale ha compiuto, in questi ultimi mesi, attentati e terribili stragi in tutta Europa.

La presenza di degrado e criminalità sui convogli ‘Cinque Terre Express’ causa un danno di immagine per lo sviluppo turistico dei territori liguri interessati, nonché disagi enormi a chiunque usufruisca del servizio pubblico ferroviario e che anche il personale di Trenitalia, capotreni inclusi, in assenza di pattuglie della Polfer nelle immediate vicinanze, non appare tutelato. Negli ultimi tempi, poi, abbiamo assistito ad un aumento esponenziale di episodi violenti sui treni di ogni genere.

Pertanto, abbiamo impegnato la Giunta regionale ad intercedere presso i Ministeri dell’Interno e della Difesa (in particolare la genovese Roberta Pinotti) affinché provvedano allo stanziamento di un contingente di militari, a disposizione della Prefettura di La Spezia, con l’obiettivo di pattugliare e presidiare, insieme agli agenti della  Polfer e delle altre Forze dell’Ordine, soprattutto le stazioni delle Cinque Terre e i treni regionali, svolgendo così una funzione di supporto e deterrenza contro vandali, teppisti e delinquenti, a tutela della sicurezza dei passeggeri e del personale di Trenitalia”.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here