Home Cronaca Cronaca Italia

500 FIRME RACCOLTE DA AN IN DUE ORE IN VIA XX SETTEMBRE A GENOVA PER IL TIBET

0
CONDIVIDI

Tra i sottoscrittori cittadini genovesi della più diversa estrazione sociale e politica che criticavano la sudditanza delle Istituzioni dinanzi alla Cina e molti giovani studenti che lamentavano il silenzio dei propri insegnanti sulla tragedia del Tibet. Ha firmato anche l’on. Ignazio La Russa Presidente del Gruppo Parlamentare di AN presente a Genova. La petizione verrà inviata all’Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese a Roma con la richiesta di fermare la violenta repressione messa in atto dalle truppe cinesi contro il popolo tibetano, di aprire il dialogo con il Dalai Lama e di rispettare i diritti umani e politici dei tibetani. Cliccando sul sito www.gruppoanregioneliguria.it sarà ancora possibile spedire una cartolina di protesta all’Ambasciatore cinese a Roma con la scritta "Siamo tutti tibetani".

"Siamo molto soddisfatti per la riuscita della nostra iniziativa per la libertà del Tibet -ha detto PLINIO. E’ stato commovente vedere genovesi che, al di là delle appartenenze politiche, davano la propria adesione su un banchetto in cui gli unici simboli erano la bandiera del Tibet e quella Tricolore. Questa è la migliore risposta ad una classe dirigente politica pavida ed ipocrita che predilige i rapporti economici e commerciali con il Governo comunista di Pechino rispetto ai fondamentali diritti umani e politici del popolo tibetano: non bisogna dimenticare che il Dalai Lama, allorché venne in Italia nel dicembre scorso, non fu ricevuto dal Presidente del Consiglio. Continueremo a tenere alta la guardia e, qualora il massacro non dovesse fermarsi, promuoveremo anche a Genova il boicottaggio di tutti i prodotti made in China".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here