Home Cronaca Cronaca Genova

40enne adescava giovani sui social e le ricattava: arrestato dalla polizia

5
CONDIVIDI
Indagine della Polizia Postale

GENOVA. 20 LUG. Un 40enne, residente a Genova, adescava giovanissime vittime attraverso i “social network”, ricorrendo all’uso di false foto e generalità in modo da ingannare le ragazze.

Ad incastrarlo e ad arrestarlo sono stati gli investigatori della Squadra mobile della questura genovese.

L’attività di indagine ha consentito di accertare come il 40enne internauta, carpita la fiducia delle ragazze, dava inizio a rapporti sentimentali morbosi e malati, caratterizzati da forti pressioni psicologiche tali da soggiogare totalmente le vittime indotte poi ad inviare numerose foto e filmati di carattere intimo.


Le immagini hard venivano quindi utilizzate per minacciare le ragazze quando decidevano di troncare la relazione. In sostanza, in caso di mancato riavvicinamento sarebbero state divulgate via web ad amici e parenti.

A casa del 40enne i poliziotti hanno riscontrato anche una grave situazione di degrado in cui versavano la madre ed una zia. Per tale motivo, d’intesa con l’Autorità Giudiziaria, sono stati allertati gli uffici dell’assistenza sociale.

Attualmente, le vittime identificate dagli investigatori della Squadra Mobile sono tre, una delle quali, solo recentemente divenuta maggiorenne, succube dell’uomo sino al momento dell’arresto. I genitori dell’ultima vittima hanno ringraziato la polizia.

Le forze dell’ordine invitano gli utenti del web ad un uso consapevole dei social network “canale ideale per individui senza scrupoli che possono abilmente spacciarsi per persone totalmente differenti, ottenendo così informazioni, dati ed immagini di carattere privato utilizzabili a vario scopo ai danni delle vittime inconsapevoli”.

 

5 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here