Home Economia Economia Italia

Giovani di Confindustria, Morando: no lacrime e sangue nella legge di Bilancio

0
CONDIVIDI
Il viceministro Enrico Morando

GENOVA. 10 GIU. Seconda giornata per il 47° Convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria, che si svolge oggi e domani presso l’Excelsior Palace Hotel di Rapallo.

Cambio di sede ma qui a Rapallo, all’Excelsior Palace, si respira quasi un’aria nuova. Sembra che la parola sia passata più agli imprenditori che alla politica anche se i due settori rimangono collegati.

In mattinata è giunto al convegno Davide Casaleggio, figlio di Roberto fondatore dell’M5s che, prima del convegno ha incontrato il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, il leader dei giovani di Confindustria, Alessio Rossi e il viceministro dell’Economia Enrico Morando.


Il viceministro Morando ha parlato della prossima legge di Bilancio: “Gentiloni sta serenissimo e lo è sempre stato. C’è qualche ragione per ritenere che la prossima legge di bilancio, che presenteremo tra qualche settimana, non sia lacrime e sangue, perché ci sono orientamenti della Ue molto rilevanti per cui è possibile ridurreanche del 50% l’aggiustamento strutturale rivisto dal Def e sarà più facile eliminare le clausole di salvaguardia, aggiungendo, magari, aggiungendo un intervento strutturale a favore del cuneo per i giovani”.

Il viceministro ha parlato anche di rilanciare l’idea di Unione Europea: “Ci sono le condizioni politiche per un rilancio, saranno gli italiani a decidere se partecipare ad un progetto di rilancio o convocare un referendum sull’euro”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here