Home Politica Politica Genova

200 lavoratori genovesi Wind-Tre a rischio, Pastorino (RaS): sostegno da Regione

0
CONDIVIDI
Il consigliere regionale Gianni Pastorino (RaS) con i lavoratori Wind Tre

GENOVA. 30 MAG. ieri i 200 lavoratori genovesi a rischio avevano protestato in centro: “A voi All In a noi un belin”.

Stamane, a margine del consiglio regionale, c’è stato l’incontro fra lavoratori Wind-Tre, organizzazioni sindacali, capigruppo e giunta regionale: la riunione si conclude con la stesura di un ordine del giorno, poi votato all’unanimità, che impegna il presidente Toti ad attivarsi col Ministero dello Sviluppo economico per scongiurare la cessione di ramo d’azienda riguardante i call-center, evitando così possibili problemi occupazionali e contrattuali a 900 famiglie, di cui 200 a Genova.

«Durante l’incontro – dichiara il capogruppo di Rete a Sinistra / LiberaMente Liguria Gianni Pastorino, fra gli estensori dell’OdG – ho ribadito assoluta disponibilità a lavorare per scongiurare la cessione di ramo d’azienda, sottolineando il fatto che la politica regionale, purtroppo, ha evidenti limiti su questo fronte. Necessario che la regione si attivi con il governo centrale affinché intervenga, attraverso il MISE, con misure di tutela e difesa occupazionale dei dipendenti Wind-Tre.


Il presidente Toti mi ha comunicato che, verosimilmente la settimana prossima, i vertici aziendali verranno in regione per incontrare la giunta. Nel frattempo gli on. Pellegrino e Paglia di Sinistra Italiana presenteranno un’interrogazione in parlamento a proposito di quanto sta avvenendo in Wind-Tre, su sollecitazione mia e dei lavoratori».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here