101 violoncellisti invadono Genova

0
CONDIVIDI
Giorgio Mirto, 101 violoncellisti a Genova
Giorgio Mirto, 101 violoncellisti a Genova
Giorgio Mirto, 101 violoncellisti a Genova
Matteo Manzitti, 101 violoncellisti a Genova
Matteo Manzitti, 101 violoncellisti a Genova

GENOVA. 27 DIC. Dal 29 al 31 dicembre Genova verrà letteralmente invasa da 101 violoncellisti provenienti da ogni parte del mondo, che trasforemeranno la città in un affascinante palcoscenico naturale.

Diverse saranno le occasioni per poter assistere alle esibizioni di questo straordinario ensemble. Sono previsti tre concerti aperti al pubblico: il primo a Palazzo Ducale il 29 dicembre, il secondo nella Sala delle Grida del Palazzo della Borsa il 30 dicembre, per arrivare all’evento clou che si svolgerà la notte di Capodanno in Piazza Matteotti a partire dalle ore 22: un grandissimo concerto aperto alla città con un repertorio che spazierà dal Seicento fino ai nostri giorni, dalla musica classica alla musica rock, da Bach e Vivaldi a Tom Waits e i Nirvana.

L’ingresso ai concerti del 29 e 30 dicembre sarà possibile, fino ad esaurimento dei posti disponibili, previo ritiro di un coupon presso il punto informativo IAT di Via Garibaldi, dalle ore 10 alle ore 18 del 29 dicembre, per il concerto del 29 dicembre a Palazzo Ducale – Salone del Maggior Consiglio; e dalle 10 alle 18 del 30 dicembre, per il concerto del 30 nella Sala delle Grida al Palazzo Borsa Valori.

 

Nel pomeriggio del 29, 30 e 31 dicembre si svolgeranno inoltre diverse incursioni musicali in alcuni dei luoghi simbolo della città (Via Garibaldi, Piazza San Matteo, Spianata Castelletto, Porto Antico). Altre incursioni avranno invece carattere di flash mob e animeranno a sorpresa le piazze e le vie della città.

Il programma musicale del concerto di Capodanno sarà un vero e proprio viaggio attraverso la storia e le culture. Inizierà con il preludio della prima delle sei Suites di Bach nell’arrangiamento per i 101 violoncelli, proseguirà con il doppio concerto di Vivaldi (solisti Riccardo Agosti e Filippo Burchietti) e conVioloncelles vibrez!, brano di Giovanni Sollima per due violoncelli e orchestra, in omaggio al grande Antonio Janigro (sarà presente il figlio Damir), solisti saranno le due teste di serie Sandro Laffranchini e Giovanni Ricciardi.
Il viaggio musicale proseguirà poi alternando brani come Bohemian Rapsody dei Queen (solisti Tiziano Berardi e Cecilia Zanni) o Smell Like Ten Spirits dei Nirvana, a brani come il Requiem di Popper (solisti Federico Romano, Paolo Ognissanti), due arie d’opera da I Masnadieri (solista Massimo Tannoia), il preludio di Cavalleria Rusticana, la bellissima cantilena dalla Bachiana Brasileira di Villa Lobos con il bravissimo Michael Flaksman (soprano Lilia Gamberini), fino aOstinato di Elena Ballario proposto da Sergio Patria.
E ancora, il duetto di Bottesini da I Puritani di Bellini con il primo contrabbasso della Scala Giuseppe Ettorre; l’omaggio a Tom Waits con Zibba su musiche ispirate e composte da Giorgio Mirto, che presenterà anche una prima esecuzione mondiale del brano Hana-Bi interpretato da Alessandro Serra (altro primo contrabbasso della Scala) e Roberto Trainini (interprete per Brilliant). Lo stesso Trainini proporrà una versione per violoncello de Le Streghe di Paganini e il Monteverdi Cello Octect (in arrivo dalla Polonia) proporrà la Bachiana Brasileira n°1 di Villa Lobos. Ancora, Fabio Vernizzi con la sua Lilly e tanti altri brani, dalla colonna sonora di Star Wars di Williams a Oblivion di Piazzolla e Il Postino di Bacalov.

Tre i direttori che saranno sul palco, il violoncellista e direttore Antonio Gambula e i compositori Giorgio Mirto e Matteo Manzitti.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO